Month: Ottobre 2012

Annachiara Zincone ci racconta del suo libro “Amnesia”

Ciao AnnaChiara, parlaci un pò di te… Sono una ragazza che ha finalmente trovato il coraggio di prendere in mano le redini della propria vita. Credo di aver vissuto un’esistenza piuttosto intensa, piena di esperienze forti che mi hanno cambiato e fatto crescere tanto, soprattutto nel modo di vedere e interpretare il mondo, le cose che mi accadono e le persone. Ormai mi sento in pace con la vita. Come ti definiresti in tre aggettivi? Vulcanica, egocentrica e sensibile. A quanti anni hai scritto il tuo primo racconto e di che cosa parlava? Avrò avuto nove o dieci anni. Durante un’interminabile influenza che mi costrinse a un esilio forzato in casa, la mia piccola mente ideò la storia di una ragazza che si divertiva a cercare avventure e risolvere misteri. Nel romanzo si parla di una villa nascosta in un bosco che racchiude un segreto. Si intitolava “Sussurri del bosco”. “Amnesia” è il tuo primo libro? È il primo libro impegnato che ho portato a termine e che ha trovato il consenso di una casa …