Day: Maggio 13, 2019

Mercantinfiera

Dopo il grande successo a Brescia i MERCANTINFIERA arrivano a Corte Franca (BS)

Dopo il grande successo ottenuto lo scorso aprile a Brescia, con un teatro sold out con due settimane di anticipo, i MERCANTINFIERA 2.0 insieme al Maestro Mark Baldwin Harris concedono il bis, proprio per poter accontentare anche tutti coloro che purtroppo non hanno trovato posto e non hanno potuto godere di una serata davvero emozionante e coinvolgente. Lo spettacolo proposto avrà delle novità rispetto a quello del 6 aprile al Teatro Santa Giulia, con alcune integrazioni che saranno senz’altro apprezzate dal pubblico. 20 ANNI SENZA/CON FABER – Gran concerto in omaggio al grande FABRIZIO DE ANDRE’ In occasione del 20° anniversario dalla scomparsa del grande Fabrizio De André, i Mercantinfiera (gruppo musicale veronese, attivo nel panorama musicale da più di vent’anni) propongono uno spettacolo incentrato su alcuni brani tratti dal vasto repertorio di Fabrizio De Andrè. Quel “senza/con” che trovate nel titolo dello spettacolo, prodotto da EVENTIMACRAME’ di Gianluca Serioli, non è un errore, bensì la testimonianza che Fabrizio De André, nonostante sia prematuramente scomparso vent’anni fa, è sempre con noi, con le sue canzoni, …

Caleido

“E poi ci rido su”, Caleido

I Caleido sono una band toscana di indie-rock che nel suo stile presenta elementi di cantautorato all’italiana. È un gruppo che racconta la quotidianità sotto diversi punti di vista, in modo semplice e spontaneo. “E poi ci rido su” è il loro album d’esordio, uscito all’inizio del 2019 per “Lumaca Dischi”. È un lavoro sicuramente immediato e molto radiofonico, adatto ai gusti dei giovani che amano un certo rock nostrano che non disdegna la canzone italiana d’autore. “Polaroid” è classico rock nostrano con un ritmo serrato quasi punk ma con arrangiamenti più morbidi. “Cosa ne pensi di fermare il tempo e farlo respirare?” esprime in una domanda il senso dell’intero brano, una canzone carica di ricordi e nostalgia. A volte rimane soltanto una Polaroid, appunto, di tutto il tempo che si ha vissuto. “Miele” è lo struggente racconto di un amore fugace finito in disillusione (“Parli con gli occhi, con la violenza di un errore, aver creduto di star bene nel regalare il cuore… sei tu che non mi guardi quando sorridi, che ascolti il …