video
Leave a comment

Francesca Atzei “Burnin’”

Dopo aver interpretato magistralmente diverse cover di artisti celebri quali Lady Gaga (Million reasons), Ed Sheeran (Thinking out loud), Sia (The greatest), Justin Timberlake (Can’t stop the feeling) e molti altri, accompagnate da video di ottimo livello qualitativo (disponibili sul suo interessante canale Youtube https://www.youtube.com/channel/UC5IqAQdw6xLr7BTjo32-8eg/videos), Francesca Atzei esce con un singolo scritto ed interpretato da lei stessa. La produzione di “Burnin’” e del relativo videoclip ha impiegato parecchio tempo prima di portare i suoi frutti maturi, ma ne è valsa sicuramente la pena. “Burnin’” è un brano non solo cantato in inglese bensì una canzone pop composta secondo gli stilemi del pop britannico ed americano. Ascoltandolo, non si ha certo la sensazione di “avere in cuffia” la traccia di una cantautrice italiana, semmai la hit-single di una stella emergente d’oltremanica o di oltreoceano. Se si volesse associare lo stile della Atzei a quello di nomi più famosi del panorama musicale internazionale verrebbero probabilmente in mente Mazzy star, Lana del Ray, Portishead ed altri con sonorità simili. C’è pure parecchio dello stile di Elisa Toffoli prima maniera, soprattutto nel ritornello, decisamente immediato. La voce soulful della Atzei alterna momenti sussurrati a falsetti pregiati, il tutto costruito su di un tessuto sonoro fatto di un piano dal giro armonico intrigante e di una sezione ritmica elettronica più che azzeccata. Il ritornello, come già accennato, è immediatissimo, perfetto per i passaggi radio, e quella sorta di vocoder che, a tratti, distorce la voce è efficace nel trasmettere una sensazione che, personalmente, definirei “inquietudine introspettiva”.

Anche il video è molto interessante, fatto sostanzialmente di onde che si infrangono e paesaggi solitari, sapientemente “speziati” da effetti di movimento in reverse e riprese speculari. C’è ovviamente posto per la protagonista, Francesca, la quale canta lasciando le orme dei suoi passi sulla sabbia e il suo respiro in un tramonto mozzafiato. Nel video trova posto pure una piazza che pullula di vita, folla e routine quotidiana, la cui monotonia ed apatia sono esasperati dallo scorrere veloce delle riprese.

Con “Burnin’” Francesca Atzei ha dimostrato di avere le carte giuste da giocare per potersi imporre nel mainstream musicale italiano e, chissà, magari internazionale.

A cura di Filippo Bombonato


BURNIN’

It seems we’re burnin down
Fire comes up inside
You wrap yourself in flames without even lifting a finger
Still body wide eye
Silence but war inside

It all seems like we’re burnin’
Burnin’, like we’re burnin’, burnin’ inside
Like we’re burnin’, burnin’, burnin’…

It seems we’re burnin’ down
Desert burnt ground
The fire’s already died out
Only burnt view last but inside still burnin’
What have we done about everything we built?
We’ll never fix it down because
We play burnin’ down
We play burnin’ down

We’ll never fix it all
We’ll never fix it all
We olay survival of the fittest

We play burnin’ down
Never fix it all
Never fix it all


Contatti e link di Francesca Atzei:
FacebookInstagramTwitter

Rispondi