artisti
Leave a comment

Intervista alla solare cantautrice “Diorhà”

Quando si ha il sole dentro di sé riuscire ad arrivare al cuore delle persone diventa immediato e semplice! Ed è questo il grande dono che possiede la cantautrice foggiana Angela Pinto, in arte Diorhà, alla quale ho avuto il  grande piacere di porre alcune domande per conoscere meglio il suo percorso artistico.

Ciao Diorhà, benvenuta su SpaceStars!
Raccontaci un po’ di te, dalla scelta del tuo nome d’arte a quando hai iniziato a muovere i primi passi come cantautrice.
Diorhà è ispirato dalla divinità egizia Ra, dio del sole, e ancor di più da una caratteristica con la quale in tanti mi descrivono, “solarità”, cercavo un nome che mi rappresentasse, che fosse immediato, originale e musicale.
Ho cominciato quello che io amo definire il mio viaggio musicale nel 2013 proponendo nei live le mie canzoni in versione acustica. Sicuramente la musica fa parte della mia vita da sempre, ho avuto anche altre esperienze con il teatro e il canto, ma sentivo che la mia strada era quella del cantautorato.

Cosa rappresenta per te la “musica”?
La musica è un modo di comunicare me stessa e tutto ciò che mi circonda, mi piace immaginarla come una dimensione parallela nella quale ritrovarsi. La musica è qualcosa che mi fa stare bene, ma è anche un bel pretesto per viaggiare.

Nel 2014 nasce il tuo primo album “Regole e sogni”, seguito da “Riflesso” (anno 2016) e successivamente da altri singoli. Qual è stata la tua evoluzione musicale in questi anni?
Il mio primo album è stato sicuramente un lavoro più inconsapevole, ma comunque un’esperienza importante e carica di emozioni. Andando avanti con il progetto Diorhà ho acquisito una maggiore consapevolezza del percorso da fare, ho cercato di definire sempre di più la mia personalità artistica ricercando anche un sound che mi rappresentasse. Mi piace tanto sperimentare e mettermi continuamente in gioco.

Nell’affrontare argomenti delicati serve una certa sensibilità e tu nel singolo “Quello che non vedi” ci sei riuscita adeguatamente. Raccontaci come è nata questa canzone e di cosa parla.
“Quello che non vedi” nasce da una confidenza e tratta un argomento molto delicato di cui poco si parla che è quello della violenza psicologica o morale all’interno della coppia. Questo tipo di violenza è invisibile, ma annienta psicologicamente lasciando profonde ferite nell’animo di chi la subisce. Il messaggio lanciato con questo brano è positivo e pieno di speranza perché parla della voglia di rinascere pian piano, ogni giorno, esattamente come fa il sole.

DiorhàRecentemente è uscito il tuo nuovo singolo “Riparto adesso” e anche con questo sei riuscita in modo chiaro a lanciare un messaggio positivo. C’è un collegamento tra “Quello che non vedi” e quest’ultimo singolo?
“Riparto Adesso” è lo step successivo, racconta la capacità di ripartire da sé stessi facendo della propria unicità il proprio punto di forza. È un inno alla vita e alla positività.

A inizio febbraio eri presente con la tua musica nella città di Sanremo durante dei live tra radio e locali. Cosa ti è rimasto di questa esperienza?
L’esperienza a Sanremo durante la settimana del festival è stata straordinaria! Tra showcase ed interviste ho avuto davvero tanti impegni, sicuramente degli incontri più emozionanti è stato quello con Red Ronnie nello spazio Optima Red Alert a Casa Sanremo.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?
Nei miei prossimi progetti c’è la voglia di unire il lavoro di questo ultimo anno e dar vita ad un EP.
Poi ci sono sicuramente live, nuove canzoni e tanti viaggi già in programma. Posso dire che questo mio viaggio musicale continua.

Grazie di cuore Diohrà della disponibilità per questa intervista.

A cura di Elisa Casazza

Sito ufficiale: https://diorha.wixsite.com/diorha
Facebook: https://www.facebook.com/Diorharegoleesogni
Instagram: https://www.instagram.com/diorha.official
Spotify: https://open.spotify.com/artist/1FyPDpv4o5PYb9OvOTrhPA
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCWwQD1pzV8VmBqnSPCc6Bwg

Rispondi