All posts tagged: Swan

Swan, Bones

Swan “Bones”

Dopo “Tonight we play arcade”, brano dal forte tiro che le ha dato la possibilità di esibirsi in diversi contest musicali regionali e nazionali, Swan esce con il suo secondo single dal titolo “Bones” (disponibile su YouTube a partire dal 19 dicembre 2018, oltre che su Spotify). Si tratta di una canzone meno immediata rispetto al singolo di debutto ma molto affascinante, uno di quei brani che, come succede spesso in ambito pop (e non solo!), non ti sorprendono al primo ascolto ma ti si infilano sotto pelle man mano che li riascolti. In esso si trovano sapori dark, sia nel testo che nelle sonorità che ammiccano a certo darkwave in stile Depeche Mode. A stemperare l’inquietudine degli arrangiamenti, c’è la calda voce di Anna Colombo. Non manca la componente dance, leitmotiv dello stile Swan. Nel suo approccio cantautorale, confluiscono molti elementi sonori diversi fra di loro, i quali fanno riferimento a nomi celebri del panorama musicale internazionale, dagli Eurythmics ai Portishead, da Madonna (anni ’90) ai Depeche mode, dai Gazebo ai Massive Attack. E …

Swan

Swan “Tonight We Play Arcade”

È inevitabile provare un forte entusiasmo, accompagnato da un velo di nostalgia, quando si fanno risentire certe sonorità synth pop che hanno caratterizzato la seconda metà degli anni ’80 e la prima dei ’90. Ci ricordano certi ritmi elettronici e pure quei ritornelli accattivanti che ti trascinano verso la pista da ballo. Riportano alla memoria anche quei giochi elettro-meccanici, meglio conosciuti come “Arcade”, che caratterizzarono, appunto, i primi anni ’90, prima che fossero rimpiazzati dall’avvento di Playstation, Xbox ed altri home videogames. Ascoltando “Tonight we play arcade”, brano dal forte tiro che porta la firma di una cantautrice emergente italiana conosciuta come Swan (all’anagrafe Anna Colombo), è normale che vengano in mente nomi come Eurythmics, Modern Talking, Gazebo e pure Snap, Eighth Wonder, Visage, Desireless e molti altri del panorama pop-dance anni ’80-’90. Al di là del fatto che sia un brano che emana tanta energia positiva, forte di un ritornello che ti si stampa in testa e non se ne vuole andare, in realtà il testo è avvolto da una profonda, quasi inquietante, nostalgia, …